Storia Daito Ryu Aikijujutsu Renshinkan


Il Daito Ryu in Italia (leggi articolo) 



antonino-certa-alfonso-torregrossa
alfonso-torregrossa-daito-ryu

Gli ultimi anni hanno visto aumentare considerevolmente l'interesse per il mondo tradizionale e nel nostro caso per il Daito Ryu .

Il Daito arrivato in Italia si sviluppa e propaga in vari rami rappresentati dai più validi maestri . Chiedo scusa a priori a chi non vedrà comparire il nome della propria scuola nell’elenco, siamo davvero in tanti, il nostro è un settore in continua crescita ed evoluzione.

Personalmente conosco solo il Maestro Antonino Certa .  Mi auguro in un futuro prossimo di realizzare un gemellaggio con tutte le scuole presenti in Italia per dare vita a una grande giornata di scambio tecnico

Daito Ryu Aikijujutsu in Italia , in ordine cronologico :

  1. • Roppokai Daito Ryu Aikijujutsu della scuola del Maestro Massimo Dellepiane http://www.daitoryu.info
  2. • La Daito Kai Daito Ryu Aikijujutsu – Aikibudo della scuola dello Shihan Antonino Certa http://www.daito-ryu.it/
  3. • La Hakuho Kai Daito Ryu Aikijujutsu, della scuola del Maestro C. Mattoni hakuhoryu.com
  4. • la Seifukai Daito Ryu Aikijujutsu della scuola del Maestro Roberto Granati taki-no-kan.org
  5. • la Shinbukan Daito Ryu Aikibudo della scuola del Maestro Lisco daitoryu.it
  6. • la Daitō ryū Aikibudō Italia Shiseikan Kitami delle scuole dei Maestri Roberto Bucci e Mauro Fattore daitoryuaikibudoitalia.it
  7. • Matsuda Den Daito Ryu Aikijujustu Renshinkan rappresentato in Italia dal Maestro Alfonso Torregrossa daitoryuaiki.it

Daito Ryu Aikijujutsu  大東流合気柔術

Minamoto-no -Yoshimitsu-italia-daito-ryu

Il Daitō-Ryū Aikijūjutsu (大東流合気柔術 = Grande Scuola d'Oriente dell'Aikijujutsu) o brevemente Aikijujutsu è considerato, in Giappone, come una delle più antiche e nobili scuole di bujutsu. Sarebbe stata fondata nel 1087 da Shinra Saburō Minamoto no Yoshimitsu (新羅 三郎 源 義光, 1045–1127), samurai del clan Minamoto, terzo figlio di Yoriyoshi Minamoto, discendente della quinta generazione dell'imperatore del Giappone, della dinastia Minamoto, Fujiwara Seiwa (850-881), e la sua evoluzione si sarebbe svolta in parallelo con la storia del Giappone.


Il clan Minamoto era uno dei maggiori del Giappone e Yoriyoshi Minamoto, principe militare ereditario (Daimyō) della provincia di Chinjufu era stato inviato dall'imperatore a sedare una rivolta del clan Abe. La guerra durò per 11 anni (1051-1062) sino a quando Sadatou Abe fu sconfitto nella battaglia di Yakata Koromogawa.  Successivamente i figli di Yoriyoshi combatterono nella guerra Gosannen (1083-1087) contro il clan Kiyohara. Minamoto Yoshiie (uno dei figli) era in difficoltà, fu raggiunto dal fratello Yoshimitsu e insieme espugnarono la fortezza di Kanazawa. Yoshimitsu era il signore del castello di Daitō (da cui deriva poi il nome dell'arte), ma il figlio Yoshikiyo al termine della guerra si trasferì a Takeda nella provincia di Kai dove assunse il nuovo nome di Yoshikiyo Takeda, dando così origine al Clan Takeda.


Gli insegnamenti marziali sarebbero stati trasmessi in segreto presso il clan Takeda, che le avrebbe tramandate fino ai giorni nostri. Nel 1674 alcuni documenti segnalano che l'influenza del Nishinkan del clan Takeda si è espansa su tutto il territorio d'Aizu, intorno al quale fioriscono molte scuole marziali principali che insegnano solo ai bushi del clan Aizu. Si contano 5 stili di scherma, 2 di ju jitsu (la famosa Mizu no Shinto-ryu e Shinmyo-ryu) proprie del clan Aizu più una miriade di scuole private che insegnano anche ai samurai di minor rango: 22 di scherma, 16 di jujutsu, 16 d'armi da fuoco, 14 d'estrazione della spada, 7 di tiro con l'arco, 4 di lancia e 1 d'alabarda, falcetto con catena, bastone, lotta con l'armatura senza armi.

Per due delle scuole citate vige il divieto di fornire dimostrazioni in pubblico. Sono le due scuole segrete del clan Aizu - l'Oshikiuchi (già Aiki-in-yo-ho, poi Daito-ryu Aikijujutsu) del clan Takeda e il kenjutsu di Misoguchi-ha Itto-ryu del clan Aizu.

 

Nel periodo Edo (1600-1868) la città d'Aizuwakamatsu nel distretto di Aizu era nota per la potenza del castello Tsurugajo, fatto costruire nel 1384 (periodo Ashikaga) da Ashina Naomori (all'epoca daimyoo d'Aizu), e al tempo della rivolta guarnito dalle truppe del clan Aizu, addestrate dal clan Takeda che forniva anche i migliori samurai per la guardia dello shogun. Nel 1868 il nerbo delle forze bene resiste alle forze nemiche, contro cui combattono anche due formazioni di giovani Takeda addestrati nell'Oshikiuchi (il futuro Daito-ryu Aikijujutsu): la squadra Byakkottai (Tigri Bianche) e la squadra Joshigun (l'una maschile e l'altra femminile, entrambe formate da giovani tra i 15 e i 17 anni). Quando le armate Meiji si avvicinano al castello Tsurugajo difeso dal daimyoo d'Aizu Matsudaira Katamori, le due squadre accorrono in suo aiuto. Vedendo la struttura assediata e avvolta dal fumo e, pensando al peggio, essi compiono l'unico atto degno del bushido: il seppuku. Alle porte della città oggi sorge un monumento in memoria dei giovani Takeda suicidi.

 

La battaglia, benché ormai persa, in realtà continua altre quattro settimane, e il castello, che non era in fiamme come avevano creduto i giovani, è ancora in mano degli Aizu-Takeda. I superstiti, nell'esempio dell'eroismo delle giovani squadre scelgono di continuare a combattere sino alla morte, e come in passato, le famiglie commettono seppuku così che i loro mariti e padri non debbano preoccuparsi di loro in quanto la sconfitta è ormai inevitabile. Quando le armate dell'imperatore entrano nel castello non vi è un sol uomo vivo. In casa del capo-clan Takeda trovano 21 donne e bambini morti suicidi. Terminava così l'egemonia degli shōgun. Ma termina anche un'era, quella dei veri samurai.

 

Inizia infatti il periodo Meiji (1868-1912), la rivoluzione sociale che ne segue stravolge il concetto di caste e nessuno può più portare in pubblico il daishō (le due spade, lunga e corta, simbolo della classe militare dei bushi).

 

Pochi anni prima era nato un bimbo: Sokaku Takeda (1860-1943), che all'epoca aveva solo otto anni. Il padre, Takeda Soikichi, discendente della stirpe Takeda nel feudo di Aizu, lo aveva nascosto al sicuro, e ben presto il giovane Takeda oltre a studiare l'arte di famiglia, l'Oshikiuchi, inizia il suo musha shugyo (pellegrinaggio d'apprendistato): crescendo con quell'educazione era divenuto, senza volerlo, un rōnin, ovvero un bushi senza padrone - il nuovo governo aveva abolito le classi e tutta la struttura sociale dei buke. Studia in tutte le migliori scuole di spada, di lancia e di bastone del paese sino a divenire talmente abile che pur portando in pubblico sino alla morte le due spade simbolo della casta abolita dei samurai, nessuno ebbe mai il coraggio di disarmarlo.


FONTE :

https://it.wikipedia.org


Daito ryu - Sokaku Takeda 武田惣角

Aizu, 10 ottobre 1859 – 25 aprile 1943

takeda-daito-ryu-italia
sokaku-takeda-daito-ryu-italia

Takeda Sokaku, nacque il 10 ottobre 1859 nel palazzo dei Takeda in Aizu, e seguí gli insegnamenti paterni di kenjutsu, bojutsu e soprattutto daito-ryu, mentre studiava anche ono-ha itto-ryu al dojo Yokikan con Shibuya Toda.

All'interno della famiglia Takeda, si tramandava infatti da secoli una arte marziale riservata ai componenti del clan, che si dice sia stata fondata dal principe Teijun nel IX secolo e poi trasmessa via via alle famiglie Tsunamoto e poi Minamoto, famiglia da cui per cui provenirono per secoli gli shogun, detentori del potere temporale in Giappone.

A partire dal XII secolo il principe Saburo Yoshimitsu Minamoto avrebbe chiamato la scuola daito-ryu od anche aikijutsu. Attraverso i Takeda, ramo cadetto dei Minamoto,  l’arte si era trasmessa fino a quei tempi, conosciuta in epoca tarda anche come Aiki In Yo Ho, metodo Yin e Yang dell’Aiki. Dal 1873 sotto la guida di Sasakibara Kenkichi Takeda Sokaku oltre ad immergersi nello studio del Jikishinkage-ryu, incontrò molti dei piú grandi maestri di spada dell’epoca, membri del Kobusho (la scuola ufficiale di arti marziali dello shogunato Tokugawa). Padroneggió un gran numero di tecniche e di armi inclusi spada (ken), bastone (bo), bastone corto (hankyu), pugnali da lancio (shuriken) e lancia (yari) in stile Hozoin-ryu. Intraprese poi il suo musha-shugyo, pellegrinaggio teso al miglioramento dell'arte attraverso il confronto e lo scontro con altre scuole ed altri maestri, visitando ogni dojo, mettendo alla prova e perfezionando le sue conoscenze marziali dovunque si recasse. Seguendo anche in questo il cammino di famiglia, bisogna infatti sapere che suo padre Soyoshi era sacerdote presso un tempio, approfondí il suo retroterra spirituale attraverso costanti visite dedicate alla preghiera, alla devozione e alle pratiche ascetiche in santuari come l'Udomyojin in Kyushu, il Monte Futara in Nikko ed il Monte Haguro nella provincia di Dewa. Nel frattempo le sue conoscenze di spada erano divenute ineguagliate e veniva temuto come "il piccolo Tengu di Aizu" (i tengu sono dei demoni dal lungo naso, rinomati anche per le loro abilità nell’arte marziale).


Nel 1875, dopo un infruttuoso tentativo di partecipare alla ribellione lanciata da Saigo Takamori in Satsuma contro le forze del nuovo regime Meiji, repressa prima che lui potesse varcare le linee, ritornó ad Osaka passando 10 anni come ospite nel dojo Kyoshin Meichi-ryu del maestro di spada Momonoi Shunzo. Fu attraverso Chikamasa Saigo Tanomo, ex Consigliere Capo del dominio di Aizu, poi divenuto prete shinto col nome di Hoshina Chikanori, che apprese l’oshikiuchi.  


Sokaku ricevette l’insegnamento nelle arti dello oshikuchi da Chikanori durante il suo apprendistato come sacerdote, che non ebbe peró seguito, e ritornó piú volte da allora a far visita al suo mentore. Sotto la guida di Chikanori si dice che abbia manifestamente perfezionato miracolose capacità di comprensione dell’altrui mente e dei pensieri, e che abbia afferrato ogni aspetto profondo dello oshikiuchi .Sembra sia stato Chikanori,  al termine di un turbolento periodo della vita di Takeda Sokaku, a dargli l’ordine di deporre la spada e tornare allo studio del daito-ryu, cosa che avvenne nel 1889, all’età di 40 anni, sotto la guida di Tozaemon Takeda, monaco presso il tempio di Reizan.


Il 12 maggio del 1898 Chikanori presentó a Takeda un singolare poema, trascrivendolo nel registro delle iscrizioni di Sokaku. Una interpretazione delle parole di Chikanori è che stia paragonando il flusso di un fiume al flusso del tempo. Con l’inizio del periodo Meiji aveva avuto temine infatti l’età della spada, e qualunque fosse stato il grado di conoscenza di un uomo d'arme, egli non avrebbe piú potuto lasciare alcun segno né raggiungere alcuna meta. Di conseguenza, era il momento di cercare e costruire la propria via attraverso il jujutsu.


Nel 1899 ricevette l’autorizzazione all’insegnamento, e poco tempo dopo decise di adottare ufficialmente l’antico nome di daito-ryu.

Da questo momento, Sokaku identificó sé stesso come un praticante sia di Daito-ryu aiki jujutsu che di Ono- ha Itto-ryu e viaggió attraverso il Giappone insegnando ambedue le arti per essere riconosciuto come il rianimatore (chuko-no-so) del Daito-ryu.  Takeda Sokaku fu l'uomo che fece uscire l'arte dal riserbo e dal segreto secolare in cui si era tramandata, e la insegnò a moltissimi allievi.


Benché analfabeta, teneva corsi e registrava tutto in appositi registri che faceva compilare e firmare direttamente agli allievi (registri conservati presso l'honbu dojo di Abashiri) con minuziosità impressionante, che oggi ci permette di ricostruire molti eventi con un dettaglio incredibile. Ebbe molti allievi importanti: ministri, ammiragli, generali, magistrati, potenti magnati dell'economia d'inizio secolo, forze di polizia e anche futuri maestri d'arti marziali tra i quali: Matsuda Hosaku, Takuma Hisa, Yoshi Sagawa, Yamamoto Kakuyoshi, Taiso Horikawa, Kodo Horikawa, Yoshita Kotaro, Morihei Ueshiba (fondatore dell'aikidō) e suo figlio Takeda Tokimune (1915-1993).


Takeda Sokaku non era grande e grosso – era alto non piú di 150 centimetri – ma i suoi occhi erano perforanti e le sue tecniche erano di un livello quasi sovrannaturale. Si dice che fosse capace di indovinare passato, presente e futuro di una persona ancora prima di conoscerla. Il suo era un insegnamento di elite, riservato alle forze dell’ordine e ad alte personalità, e come  detto  non  ha  mai  avuto  un  dojo  fisso. Takeda Sokaku si spense il 25 aprile del 1943, all’età di 83 anni, mentre era in viaggio per  insegnare nella prefettura di Aomori.


Durante la sua vita Takeda Sensei ha insegnato a circa 30.000 studenti e alcuni di loro erano politici, ufficiali militari, giudici, poliziotti e altre persone di alto livello sociale provenienti da tutto il Giappone.  Ha certificato circa 30 persone come Kyōju Dairi (教授 代理, "istruttore rappresentativo") tra cui molti famosi artisti marziali (Yoshida Kotaro, fondatore dell'aikido Ueshiba Morihei, Matsuda Toshimi, Sagawa Yukiyoshi, Horikawa Kodo, Takuma Hisa, Yamamoto Kakuyoshi). Takuma Hisa Sensei e Masao Tonedate di Asahi News dojo ricevettero Menkyo kaiden nel 1939
Sagawa Yukiyoshi , che era probabilmente il suo più alto studente, ricevetteMenkyo Kaiden ( 免 許 皆 伝trasmissione totale ) nel maggio 1938 e nel settembre 1939  Seito-S ōden ( 正統 総傳 Trasmissioni totali ereditate ).


FONTE :

https://it.wikipedia.org





Di seguito un elenco di studenti Takeda che ottennero il kyoju-dairi:

Sato, Kanmi (1902)

Shimoe, Shutaro (1903)

Harada, Shinzo (1903)

Mikami, Tomiji (Mikami, Tomiji) (1907)

Sagawa, Nenokichi (1913)

Yoshida, Kotaro (1915)

Ueshiba, Morihei "Moritaka" (settembre 1922)

Asano, Seikyo (1922)

Sagawa, Yukiyoshi (1924)

Miyano, Hikojiro (agosto 1929)

Matsuda, Hosaku "Toshimi" (agosto 1929)

Mae, Kikutaro (1929)

Horikawa, Taiso (10 gennaio 1930)

Sato, Seishiro (1932)

Sato, Keisuke (giugno 1935)

Hisa, Takuma (ottobre 1936)

Yoshimura, Yoshiteru (1936)

Yokoyama, Eijiro (giugno 1936)

Nakatsu, Heizaburo (1937)

Akune, Masayoshi (1937)

Kawazoe, Kuniyoshi (1937)

Takahashi, Jun'ichi (27 febbraio 1937)

Kusumoto, Koichiro (27 febbraio 1937)

La data del tono, Masao (1937)

Harada, Jozaburo (1937)

Togawa, Tadae (Togawa), regia di George Cuoio (1939)

Uchida, Suematsu (1939)

Tei, Kaichi (1939)

Yamamoto, Kakuyoshi (1941)

sokaku_takeda

Daito Ryu - Takeshi Maeda Renshinkan 

Copyright © 2016  All rights reserved

Non copiate, ma prendete ispirazione.

◎当サイト内の文章・画像等の複製、加工、無断転載を禁止します。


takeshi-maeda-italia-jujitsu
takeshi-maeda-daito-ryu-italia-torregrossa-shihan

Matsuda ha avuto l'opportunità di visitare Tokyo frequentemente a causa del suo lavoro, quindi ha approfittando to di questa circostanza pubblicava regolarmente annunci su un giornale sulle sue lezioni di Daito-ryu Aikijujutsu . Uno dei tanti che risposse all'annuncio fu Takeshi Maeda 前田武 , un farmacista di professione, che decise di visitare Matsuda per ricefere alcune lezioni in privato . Maeda, aveva maturato solamente una esperienza con il Judo Kodokan e non aveva praricato mai scuole di Koryu . Fu così che pian piano si innamorò dalle tecniche di Matsuda e gli chiese di poter essere accettato come studente formale. Così , ogni volta che Matsuda sensei si trasferiva nella capitale, Maeda andava da lui periodicamente per ricevere istruzioni private allo Shobukan Dojo ad Asahikawa. Si ricorda che fino alla fine degli anni '20, il Daito-ryu non è stato formalmente insegnato nei dojo , ma attraverso seminari e lezioni private. Le forme di Daito-ryu che Matsuda insegnò a Maeda erano molto simili a quelle insegnate da Takeda agli altri suoi studenti. Alla fine della guerra, Maeda si stabilisce nella sua città natale, Omama, Prefettura di Gunma, e apre il Renshinkan Dojo (練 心 館 道場) dove insegna Daito-ryu. Durante questo periodo, Maeda diffuse il Daito Ryu attraverso seminari nelle prefetture di Nagano, Gunma e Tochigi, e fece anche una dimostrazione di Daito-ryu alle forze di autodifesa del Giappone (自衛隊, Jieitai) a Gunma nel 1963. Inoltre, Kenji Tomiki, studente di Morihei Ueshiba, andò a trovarlo per confermare che ciò che apprese da Ueshiba fosse veramente Daito-ryu. Maggiori notizie le troverete sui  libri pubblicati su Amazon



Daito Ryu - Toshimi ‘Hosaku’ Matsuda 松田 敏 美 Shobukai


toshimi-daito-ryu-italia

È noto che Sokaku Takeda ha insegnato a un gran numero di studenti durante la sua carriera. Alcuni di loro erano depositari di una licenza di kyoju-dairi (教授 代理 - lett. "Istruttore rappresentativo [di Takeda]"),  tra i quali troviamo Morihei Ueshiba, fondatore dell'aikido . Uno di questi allievi di Takeda era Toshimi Matsuda 松田敏美伝・大東流合気柔術錬心舘, un pioniere poco conosciuto, sebbene avesse una grande influenza sugli sviluppi successivi nell'arte. Toshimi Hosaku Matsuda (松田 敏 美), nato nel 1895, viveva ad Asahikawa, nell'Hokkaido, durante il periodo in cui Takeda si era stabilito lì (1910-1930 circa). Fu durante il periodo Hokkaido che molti dei grandi maestri di Daito-ryu studiarono con Takeda. Matsuda, un ufficiale militare, iniziò a studiare Daito-ryu nel giugno del 1928 all'età di 33 anni, come confermato da una voce nell'eimeiroku di Takeda. Era uno studente davvero eccezionale da quando nell'agosto del 1929 ricevette il kyoju-dairi 教授代理 dal suo insegnante.

Toshimi Matsuda,  con i suoi studenti. Nell'ultima fila al centro c'è il GM dell'Hapkido Jang In Mok, e in prima fila a sinistra c'è il fondatore dell'Hakko-ryu Jujutsu Ryuho Okuyama

Va notato che questa licenza era il massimo grado concesso da Takeda in quel momento e che, mentre un dojo-cho aveva il permesso di insegnare nel proprio dojo, un kyoju-dairi era autorizzato a insegnare anche in altre scuole. Matsuda coincise come studente di Takeda con Kodo Horikawa, il fondatore di Kodokai, e spesso lo nominò nelle sue conversazioni secondo Seigo Okamoto, fondatore del Roppokai. Dopo aver ricevuto il kyoju-dairi, Matsuda apre il suo dojo ad Asahikawa, lo Shobukan Dojo (松武館 道場) e fonda lo Shobukai (松 武会). Durante la sua carriera ha avuto molti studenti, alcuni dei quali sono rimasti fedeli alla sua linea diretta. Di loro, Takeshi Maeda sarebbe diventato il suo successore. Altri avrebbero infine stabilito i propri stili sulla base degli insegnamenti di Matsuda.
Tra i suoi studenti c'è un nome coreano che in seguito avrebbe contribuito alla crescita dell'Hapkido in Corea. Inoltre, dal 1930 al c. Nel 1936, aveva come studente Yoshiharu Okuyama, meglio noto come Ryuho Okuyama, e fondatore di Hakko-ryu. Tra tutti gli studenti di Matsuda, il più noto per mantenere l'eredità di Daito-ryu, ci sono senza dubbio Takeshi Maeda, Ryuho Okuyama, Masao Hayashima (fondatore di Doinjutsu) e Jang In Mok (precursore dell'Hwarangdo e Hapkido).


 Daito ryu - Hakkoryu - Okuyama Yoshiharu (Yoshiji)


okuyama-hakkoryu-italia

Okuyama Yoshiharu (Yoshiji) naque il 21 febbraio 1901, a Yachi-cho, Nishi Mu-rayama,  nella prefettura di Yamagata, in una famiglia di ex samurai della zona superiore del fiume Mogami. Non si conosce molto sui suoi primi anni di vita, tranne che fu attivo in vari bujutsu-ryu (sistemi di arti marziali) e aveva studiato medicina tradizionale orientale.

Nel 1924, entrò in una delle più prestigiose scuole  del governo di quel periodo chiamata Tokyo Seiji Gakko (Scuola di governo di Tokyo), dove ben presto eccelse  come oratore. Con il tempo laureò (1927) e si distinse come il primo ministro al primo  congresso della Gioventù Imperiale Oratoria.Dopo la laurea era conosciuto anche oltre i confini Giappone, a Hokkaido. E' stato  proprio qui a Asahikawa, dove attraverso i suoi contatti nel lavoro per il governo, egli  fu  presentato per la prima volta a Shihan Toshimi (Hosaku) Matsuda, che all'epoca stava insegnando il Daito Ryu Aiki Ju Jutsu al Dojo Shobukan. Matsuda, un giapponese duro, nato a Hokkaido ed ex apprendista del fondatore del Daito-ryu, Shihan Somi (Sokaku)  Takeda, ben presto scopri che il signor Okuyama era un allievo eccellente e cosi gli

insegnò tutto sulle tecniche del ryu.

Okuyama ha sempre mantenuto un ottimo rapporto con Maeda,  Così, mentre Maeda ereditò la successione diretta di Daito-ryu da Toshimi Matsuda, il suo amico Okuyama finì per concentrarsi sulla diffusione della sua nuova arte : Hakko Ryu Jujutsu .


Sede Hombu Dojo Renshinkan - Gunma Japan


Diffusione del Daito Ryu Aikijujutsu

Renshinkan nel mondo


Michio Takase Sensei discendente della Renshinkan e nipote di Maeda Sensei , dopo anni di segretezza della scuola di Toshimi Matsuda nonostante il suo status di studente speciale di Takeda , nel 2017 decise di diffondere i segreti anche a studenti al di fuori del Giappone . Il primo Studente Europeo è  stato il Maestro Italiano Alfonso Torregrossa , che ,  dopo una severa selezione è stato scelto e addestrato direttamente a Gunma e  nel dicembre del 2017 fu ufficilizato  ricevendo i primi documenti ufficiali della scuola e licenze d'insegnamento .

Sensei Takase collabora con alcune riviste in Giappone , ha scritto alcuni articoli importanti e prodotto anche dei dvd sul Renshinkan


Daito Ryu - Michio Takase Sensei - Renshinkan

Michio Takase Sensei

takase-sensei-renshinkan

il Daito Ryu è tesoro nazionale del Giappone, Daito-ryu Aikijujutsu è un'arte marziale giapponese tradizionale trasmessa per generazioni all'interno della famiglia Takeda e divulgata al pubblico da Takeda Sokaku a partire dalla fine del XIX secolo secolo. La tradizione tecnica del Daito-ryu include:  jujutsu , aikijujutsu e aiki no jutsu e tecniche con armi . La sua filosofia e le tecniche hanno influenzato direttamente lo sviluppo di molte arti marziali popolari, come Shorinji Kempo, Hakko Ryu Jujutsu, Hapkido e il più famoso Aikido.

La nostra linea di Daito Ryu è  Sokaku Takeda - Matsuda Toshimi Sensei.

Matsuda Sensei ricevette il certificato kyoju-dari da Sokaku Takeda nell'agosto del 1929 e fu insegnante di Maeda Sensei. Maeda Sensei ereditò il lignaggio di Matsuda Sensei.

Michio Takase erede della scuola Renshinkan . Nato nella prefettura di Tochigi nel 1964. Quando aveva 19 anni, entrò nel Renshinkan di Takeshi Maeda, suo zio . Ha lavorato come professore nel 1997, lavorando principalmente in Gunma, Tochigi e Saitama è stato promosso come vice rappresentante di Renshinkan e da allora è stato attivo nell'insegnamento del Daito Ryu  Renshinkan nelle prefetture di Gunma, Tochigi e Saitama. Oggi è il Kancho della Renshinkan il quale decise di far conoscere al mondo le tecniche della scuola nel 2017 , accettando i primi allievi stranieri e dando così il via alla sua diffusione nel mondo. Il primo allievo straniero fu il Maestro Alfonso Torregrossa . Siamo grati a  Sensei AlfonsoTorregrossa per aver studiato in Giappono sotto Sensei Takase e per aver portato in Italia e in  Europa questa bellissima disciplina antica e affascinante .

Michio Takase erede della scuola Renshinkan . Nato nella prefettura di Tochigi nel 1964. Quando aveva 19 anni, entrò nel Renshinkan di Takeshi Maeda, suo zio .

Daito Ryu Italia - Alfonso Torregrossa Shihan  

- Capo Filiale Matsuda Den Daito Ryu Renshinkan  -

Alfonso Torregrossa Shihan


torregrossa-alfonso-daito-ryu-giappone-italia-jujitus-csen
takase-torregrossa-giappone-ju-jitus-italia-csen

Alfonso Torregrossa , Nisseno , nato nel 1971 , praticante ma soprattutto studioso, di arti marziali da oltre 40 anni, si è forgiato sotto i migliori maestri, sia in Europa che in Oriente . E’ membro ufficiale della Dai Nippon Butokukai di Kyoto . Tiene i suoi corsi in Italia e all'Estero compreso il Giappone .

Ad oggi risulta depositario di una forte cultura tradizionale Giapponese frutto dei suoi studi nell’arte del Budo . E' stato insignito di un'onorificenza speciale dal Vice Ministro della difesa giapponese per il suo grande lavoro nella divulgazione del Budo Giapponese in tutto il mondo . Studioso di Jujutsu sin da piccolino ha seguito varie scuole di Jujutsu : Nihon Jujutsu ,Hakko Ryu Jujutsu  , Takeda Ryu Jujutsu  , Aikijujutsu , per poi intraprendere gli studi con il Daito Ryu Aikijujutsu Renshinkan .

Dal 2004 ad oggi ha formato centinaia di atleti e insegnanti sia italiani che stranieri . Attualmente è il Responsabile Nazionale in Italia del settore Jujutsu antico Csen - Ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni .

Ha ricoperto in tutti questi anni molteplici ruoli tecnici nazionali, tra cui quello di docente in varie sigle , federazioni e Enti di Promozione Sportiva , effettuando continuamente attività di formazione e divulgazione della cultura e filosofia giapponese .


torregrossa-ju-jitsu-italia-csen

Nonostante la sua passione per lo studio di diverse discipline marziali il suo amore per il Jujutsu classico non si è mai spento , ha sempre studiato e ricercato scuole con radici antiche recandosi continuamente in Giappone sino all’incontro con il Sensei Michio Takase, Direttore della Renshinkan a Gunma , erede della scuola di Sensei Maeda , Matsuda Den Daito Ryu Aikijujutsu Renshinkan . Ricominciando la pratica del Jujutsu in Giappone indossando la cintura bianca sotto Takase Sensei riuscendo  a riscuotere il rispetto della scuola e dei suoi membri è riuscito ad essere accettato come primo allievo non giapponese così da poter apprendere i segretri della scuola e perfezionare i suoi studi nel Jujutsu recandosi ogni anno a Gunma in Giapppone .Così, dopo anni , segretezza , sacrifici , impegno e dedizione nel 2017 Sensei Takase lo nomina ufficialmente Shibu-chō per l'Italia Matsuda den Daito Ryu Aikijujutsu Renshinkan. 

Il Maestro Torregrossa è disponibile per tutti coloro che vorranno intraprendere con serietà lo studio del Jujitsu - Jujutsu specialità Daito Ryu Aikijujutsu secondo la tradizione con allenamenti associandosi alla Asd Samurai Dojo  .(non facciamo lezioni on line )


Le mie certificazioni sotto Michio Takase Kancho : Daito Ryu Aikijujutsu Renshinkan :


練心館イタリア支部長
アルフォンソ・トッレグロッサ 師範
大東流合気柔術練心館松武会 七段位
松武会目録:秘伝目録総伝之事
練心館目録:練心館極伝
大東流合気柔術奥義之事


Renshinkan Italia Shibu Cho Alfonso Torregrossa Shihan
Daitōryū Aikijūjutsu Renshinkan Matsu Take Kai 7° dan
Matsu take-kai mokuroku: Hiden mokuroku sō Den no koto
Renshinkan Mokuroku: Renshinkan kyoku-den
Daitō Ryū Aikijūjutsu ōgi no koto

Daito Ryu Jujutsu Shobukai Renshinkan Jujutsu Shihan
Dato Ryu Jujutsu Shobukai Renshinkan Shihan Dai
Daitō-ryū jūjutsu hiden mokuroku 68. 118
Daitō-ryū Aikinojutsu 30
Daitō-ryū jūjutsu ōgi 20
Daitō-ryū tokumu-yō no te 30
Daitoryu Kenpo
Daitō-ryū hiden mokuroku shihandai
Daitō-ryū jūjutsu sō Den no koto
Neri kokoro-kan-den daitōryūaikijūjutsu
Hiden Mokuroku GOKUDEN (Ougi no koto)
Daitoryu Aikijujutsu Hiden Mokuroku 大東流合氣柔術秘傳目録
Renshinkanden Aikinojutsu 練心館傳 合氣之術
Aiduhan Goshikiuchi Jujutsu 會津藩御式内柔術
Renshinkanden Aiki Jujutsu Ohginokoto 練心館傳 合氣柔術奥儀之事
Hiden Mokuroku Aiki-jūjutsu OKUDEN (Aiki no Jutsu)
Hiden Mokuroku Aiki-jūjutsu JOUDEN (Hiden Mokuroku)
Hiden Mokuroku Aiki-jūjutsu CHUDEN (Aizuhan Oshikiuchi Jūjutsu)
Hiden Mokuroku Aiki-jūjutsu SHODEN (Shoden Mokuroku)
Matsuda den Irohakun
Tessen Jutsu


Matsuda den Daito Ryu Aikijujutsu Renshinkan

Certificazioni

Hiden Mokuroku

Matsuda Den - Irohakun Scroll

Shihan - Alfonso Torregrossa

Mokuroku 36Kajo

hiden-mokuroku-torregrossa-daito-ryu
hiden-mokuroku-torregrossa-daito-ryu
Matsuda-Den-Irohakun-Scroll
ougi-no-koto-torregrossa-michio-takase-renshinkan
takse-torregrossa-giappone

Renshinkan System

Mokuroku” viene conferito ad uno studente più avanzato e letteralmente significa “lista” o “catalogo”.

“Menkyo” significa “licenza” o “autorizzazione” ed originariamente conferiva il diritto di utilizzare il nome della scuola nel corso di dispute con altri, come ad esempio nei duelli, e di emettere gradi.


All’interno di queste tre categorie principali possono esistere ulteriori distinzioni:

SHODEN (prima fase nella tradizione)
CHUDEN (seconda fase nella tradizione)
OKUDEN (il cuore della tradizione, l’iniziazione profonda)
KAIDEN (la conclusione del percorso, l’iniziazione completa)
MENKYO KAIDEN è pertanto il più alto grado possibile.


KIRIGAMI SHODEN (1° Dan)
KIRIGAMI CHUDEN (2° Dan)

Programma Segreto ( 秘伝目録Hiden Mokuroku )
MOKUROKU SHODEN (3° Dan)

合気之術Aiki-no-jutsu
MOKUROKU CHUDEN (4° Dan)

秘伝奥義Hiden Ogi
MENKYO MOKUROKU (5° Dan)

護身用の手Goshin'yō-no-te


SHIHAN DAI
MENKYO CHUDEN (6° Dan)

解釈相伝Kaishaku soden
MENKYO OKUDEN (7° Dan)
SHIHAN - IROHAKUN SCROLL

SODEN SHIHAN

KAIDEN SHIHAN
MENKYO KAIDEN (8° Dan e oltre)



Daitōryū Jūjutsu 大東流柔術松武会
Daitōryū Aiki-Jūjutsu Matsuda-Maeda den 大東流合気柔術練心館
Daitōryū Aiki-Jūjutsu Okuyama-Maeda den 大東流合気柔術士道会
Aikibudo Renshinkan 合気武道練心館(一般向)
Original Daitōryū Scrolls 古式大東流巻物


OBERSEAS

you have experience in martial arts, can learn it in a short period of time. This is to spread my Daitoryu.




    Daitoryu Jujutsu Shobukai

    1. Hiden Mokuroku Shihandai
    2. Daitoryu Jujutsu Shihandai

    Daitoryu Jujutsu Shidokai

    1. Hiden Mokuroku Shihandai
    2. Daitoryu Jujutsu Shihandai

    Daitoryu Aiki-jujutsu

    1st Scroll
    2nd Scroll
    3rd Scroll
    4rd Scroll
    5th Scrolls

    Shihan

    Renshinkan Shobukai "Shihan" or Renshinkan Shido-kai "Shihan" with this Shihan qualification, you can teach all of Daito-ryu Jujutsu (Shobukai or Shidokai) and up to the fifth scroll of Daito-ryu Aiki jujutsu.

    Special Scrolls:

    The very long and valuable Scrolls are only given to special people!

    • Takeda Original Daitoryu Hiden Mokuroku 118
    • Matsuda den Irohakun


    Vuoi programmare un Seminaio , Corso di formazione in Jujitsu ?

    Contattaci ti risponderemo al più presto

    info@daitoryuaiki.it



    Copyright © 2016  All rights reserved

    Non copiate, ma prendete ispirazione.

    ◎当サイト内の文章・画像等の複製、加工、無断転載を禁止します。


    Federazione Jujitsu Italia - Settore Jujitsu Csen -